scrivici...
 

 

Prevenire il mal di gola

Il mal di gola viene causato da agenti esterni, virus o batteri, e da particolari condizioni ambientali legate all'umidita dell'aria, troppo secca o troppo umida. Tra queste variazioni ambientali ci sono anche variazioni repentine della temperatura. I bambini ne sono maggiormente soggetti, sia perché il loro organismo non ha ancora sviluppato tutti quei meccanismi che fungono da difesa, sia perché spesso a contatto con altri bambini. Il mal di gola si presenta anche come primo sintomo di altre malattie esantematiche come il morbillo o varicella. Una buona prevenzione del mal di gola inizia dalla conoscenza dei meccasnismi di infezione e dell'ambiente in cui si genera. Come abbiamo visto situazioni climatiche particolari o modifiche repentine dell'umidità o della temperatura favoriscono il problema, la vita sociale anche.

 

Il Mal Di Gola e il Timo:

Il trattamento del mal di gola col timo è un rimedio molto popolare e diffuso. Questo trattamento permette di alleviare velocemente il dolore. Infuso: Prendere due cucchiaini da caffè di timo e metterli in un bicchiere d'acqua. Portare ad ebollizione in un pentolino, e bere quando è ancora caldo (ma non bollente).

 

Mal di Gola:

Miele e Limone Oltre al Timo esistono altri due alleati infallibili per combattere il mal di gola. Questi sono gli agrumi (soprattutto il limone, ricchissimo di Vitamina C) e il miele. Puoi usarli singolarmente o combinati in varie forme e quantità! Il risultato è assicurato.

 

La propoli è una particolare sostanza cerosa prodotta dalle api ed è un mix di elementi vegetali a cui sono aggiunti piante polline, cera ed enzimi. Per le sue proprietà antibatteriche, disinfettanti e per l'altro potere cicatrizzante, è consigliata come rimedio per le infezioni delle vie respiratorie e in commercio si trova allo stato naturale, ma anche in formulazioni di pratico utilizzo. Oltre le gocce, da utilizzare in infusi e tinture, compresse ed altro, è molto efficace lo spray che può essere spruzzato direttamente nel cavo orale.
Un altro rimedio naturale è invece il miele che, oltre per addolcire piatti e pietanze, viene impiegato anche come ottimo antibiotico naturale. Addirittura, nell'antichità, veniva impiegato per curare scottature, piaghe e ferite. Oggi, però, basta un cucchiaino per calmare le irritazioni della gola e svolgere anche un effetto espettorante in caso di tosse. Unito ad alcune gocce di propoli, poi, si possono moltiplicare i benefici.
Per calmare il dolore dato dalle tonsilli ingrossate e dal cavo orale irritato, si possono immergere alcuni chiodi di garofano, ne bastano anche solamente 4o 5, in un barattolo di miele e conservare il tutto in frigo per 12 ore.
Le spezie, eliminate prima dell' utilizzo, rendono il miele adatto anche a lenire eventuali stati dolorosi Questi rimedi, ovviamente, sono utili in caso di mal di gola lieve. Se avete un dolore acuto, fate fatica a deglutire e avete la febbre, allora meglio rivolgersi al medico. Come sappiamo tutti, il primo aiuto può venire dalla vitamina C.
Bevete quindi una buona spremuta d'arancia ogni mattina a colazione e mangiate tanta frutta durante il giorno. Sarà un aiuto importante.

 

Rimedi e cure naturali

BISMUTO Bi oligoelemento non essenziale

PRECAUZIONI D'USO DEL BISMUTO Sono stati vietati i sali di Bismuto in quanto TOSSICI, UNICA FORMA IN CUI SI POSSA USARE è la forma diluita e ionizzata, in questo caso si può usare senza alcuna tossicità BISMUTO CARATTERISTICHE Il Bismuto era già noto agli antichi ALCHIMISTI, è un elemento bianco, brillante, pessimo conduttore di elettricità, viene preparato per arrostimento o riduzione dei minerali di bismuto che sono in genere degli ossidi. Sottoposto all'azione degli ACIDI, il busmuto da origine a combinazioni simili a sali metallici. Per azione dell'ACQUA che decompone queste combinazioni si liberano dei SALI BASICI INSOLUBILI IN ACQUA.

BISMUTO oligoelemento Utile come Antinfettivo anti-infiammatorio della GOLA e dell'apparato digestivo superiore, di aiuto per ANGINA, TONSILLITI, FARINGITI, GASTRITI, ESOFAGITI AZIONE DEL BISMUTO nell'oligoterapia classica Utile per Angina, tonsilliti, laringiti, faringiti, dolori di stomaco, gastralgie, gastriti, sifilide, problemi di stomaco.
La prescrizione oligoterapica di gluconato di Bismuto, date le dosi infinitesimali non potrebbe essere tossica, ma data la assenza di adeguate indagini scientifiche è bene non prescriverlo ( va sempre consigliato dal proprio medico curante)

 

La propoli, l'antibiotico naturale

La propoli è prodotta dalle api ed è perciò composta principalmente da secrezioni resinose che le api raccolgono sugli alberi (pioppi, abeti, olmi, betulle, ecc.) e che poi mescolano con saliva e cera. Le api utilizzano questa sostanza nei loro alveari sia come materiale da costruzione sia come antisettico. La propoli viene infatti applicata per "sterilizzare" l'alveare, in particolare l'entrata delle cellette destinate ad accogliere le uova, oppure per evitare la decomposizione di eventuali animaletti "intrusi" riusciti a penetrare nell'alveare, uccisi dalle api, ma troppo pesanti per poter essere trascinati fuori.

 

L'antibiotico naturale: a cosa serve

La propoli, se impiegata alle idonee concentrazioni, è in grado di esercitare diverse azioni. Prima di tutto è uno dei migliori antibatterici naturali con attività sia batteriostatica sia battericida: impedisce infatti la moltiplicazione dei germi e li uccide, e stimola i processi immunitari. Definito "antibiotico naturale", svolge anche una valida azione su molti ceppi di virus, tra cui molti virus influenzali e parainfluenzali, alcuni rhinovirus e il virus responsabile dell'herpes simplex: in particolare ne inibisce la crescita e ne rallenta la moltiplicazione.
Il suo utilizzo principale è contro il mal di gola, le affezioni delle vie repiratorie (faringiti, tracheiti e tonsilliti) e le affezioni del cavo orale (gengiviti, infiammazioni della lingua e del palato). 20-30 gocce disciolte in acqua o in una tisana sono un vero toccasana. Per la prevenzione delle malattie da raffreddamento delle prime vie aeree può essere associata alla Rosa Canina (fonte naturale di vitamina C), al Ribes Nero (ha proprietà antinfiammatorie, antidolorifiche e antiallergiche) e all'Eucalipto (svolge un'azione balsamica ed espettorante). La propoli ha anche un'azione antimicotica, ossia è attiva su molti funghi che interessano lo strato superficiale della pelle, in particolare sulla Candida.
È meno efficace sui funghi che si trovano in profondità. Da sempre, poi, questa sostanza è stata impiegata sottoforma di unguento e pomata come cicatrizzante e disinfettante grazie alla notevole capacità di stimolo della rigenerazione dei tessuti in caso di ferite e piaghe. Sempre grazie all'azione dei flavonoidi che irrobustiscono le pareti capillari, infine, la propoli svolgerebbe un'azione di prevenzione della permeabilità e fragilità capillare. La presenza di fenoli consentirebbe l'impiego della propoli anche nella conservazione dei grassi e degli alimenti in genere in sostituzione degli additivi chimici.
Oltre a queste proprietà la propoli migliorerebbe la secrezione dei succhi gastrici, favorisce la diuresi e l'assimilazione della vitamina C. Insomma, date le sue molteplici funzioni, sempre meglio tenere un po' in casa, per ogni evenienza, questa preziosa medicina naturale.

 

CONSIGLI DELLA NONNA

I consigli della nonna si sa, hanno spesso qualche fondo di verità o comunque una loro utilità. In questi casi si consiglia il cataplasma di argilla (ad impiego esterno) fatto riempiendo una ciotola d' argilla coperta con acqua fredda fino ad ottenere una poltiglia spessa. Stendendo il miscuglio su un fazzoletto in tessuto o su un asciugamano molto fine, si può direttamente sul collo e circondare con una sciarpa.

Qualche temerario all'apparire degli sgradevoli sintomi del mal di gola succhia uno spicchio d'aglio asserendo che questo anestetizzi e riduca il pizzicore della gola. Per quanto riguarda le erbe utilizzate per lenire o trattare il mal di gola quella che ha senz'altro l'utilizzo più antico e tradizionale è la camomilla (Matricaria chamomilla).

La camomilla selvatica è diventata molto rara a causa delle pratiche agricole intensive moderne. La camomilla al giorno d'oggi viene prodotta da specialisti che la coltivano a fini terapeutici o aromatici, data l'alta della richiesta del pubblico. Sul mal di gola ha un effetto disinfettante, calmante, anti-infiammatorio e analgesico.

Le parti usate sono i petali dei fiori messi in infusione. L'arnica (Arnica montana) che fa parte della stessa famiglia della camomilla, è molto nota per altri usi ad esempio contro i traumi meccanici e le distorsioni, ma è molto utile anche contro le infiammazioni delle membrane mucose della bocca e le infezioni della gola. Per le infiammazioni della faringe e della bocca si utilizza con successo anche l'erba roberta, ovvero il Geranium robertianum, un piccolo geranio dal fiore rosa che aiuta anche nei disturbi del sistema digerente.

Un'altra causa del mal di gola, infatti, può essere anche il reflusso gastrico. Origano (Origanum vulgare) e timo (Thymus vulgaris) sono due essenze della macchia mediterranea con effetti antisettici, antivirali e specifici contro le infezioni della faringe. Un tipo di malva, la Malva neglecta, può aiutare chi soffre di infiammazione alla laringe e alle corde vocali soprattutto grazie all'alto contenuto in mucillagini.

Anche l'olmo, Ulmus campestris, lenisce le infiammazioni delle mucose orali e faringee o in alternativa possiamo assumere una tisana di salvia (Salvia officinalis) che è uno dei rimedi più efficaci contro il bruciore di gola, oppure fare anche i gargarismi con questa tisana. Una specie vegetale invece meno conosciuta ma adatta a questi tipi di disturbi è il lichene islandico (Cetraria islandica). Il lichene è una pianta inferiore (tallofita) che cresce sui substrati poveri ed acidi, generalmente nel sottobosco e nelle foreste di pini.

Lo si incontra anche molto spesso sulle rocce, le pareti e gli alberi. Questa pianta di colorazione marrone verde oliva, con pseudo-foglie molto ritagliate e generalmente macchiate di rosso (nella parte superiore), è perfettamente conosciuta dai popoli del Nord che utilizzano il lichene d' Islanda come prodotto alimentare umano o animale. Contiene le sostanze seguenti: l'isolichenina, l'acido cetrarico, le mucillagini, lo iodio e dei succhi amari.

Ha proprietà antitossive ed espettoranti. I succhi amari stimolano l'appetito e la secrezione dei liquidi gastrici grazie alle proprietà amare. Il tallo secco di questo lichene si usa con proprietà anti-infiammatorie ed anti-batteriche nei casi di tosse secca e mal di gola. Si può trovare in polvere, in tisane, in pastiglie, anche sotto forma di caramelle in farmacia o erboristeria.

 

N.B. Le informazioni o notizie su questo portale non costituiscono Consulto Medico. Questo portale non fornisce Consulti Medici e non sostituisce quindi la consulenza del Vostro Medico curante relativamente al Vostro stato di salute personale. Qualsiasi informazione fornita su questo portale deriva dai fornitori e i produttori dei prodotti e provengono da fonti pubbliche di terze parti. Noi decliniamo , ogni responsabilità per queste informazioni, e non puó essere ritenuto responsabile per qualunque tipo di danno, diretto o indiretto, che possa risultare dall'utilizzo, proprio o improprio, delle informazioni o dagli strumenti di autovalutazione proposti in questo portale. Queste informazioni o notizie non devono essere considerate complete o esaustive. Utilizzerete pertanto questo portale sotto la Vostra unica ed esclusiva responsabilità.

 

 
   

HOME - PROFILO - PRODOTTI - ARTICOLI - NOVITA' - CONTATTI - CANI E GATTI